International Vegetarian Union
IVU logo

La VegMaratona

Riceviamo da Barbara Berlan questo comunicato sulla VegMaratona di Trieste. Barbara č volontaria nell'attivitā di traduzione e revisione per l'Unione Vegetariana Internazionale, e ha partecipato in veste di organizzatrice ed atleta alla VegMaratona.

Domenica 8 maggio si è tenuta a Trieste l'edizione 2005 della Maratona d'Europa, localmente conosciuta come 'Bavisela'. La prestigiosa competizione internazionale consiste in una maratona di 42 km, affiancata dalla cosiddetta Mezza Maratona o Maratonina (21 km) e dalla maratona non competitiva (meno di 10 km).

Come ogni anno, nel corso delle due settimane precedenti sono stati organizzati numerosissimi eventi: concerti, competizioni sportive di alto livello, stand espositivi e fuochi di artificio.

Foto di gruppo della squadra

La veg-squadra

L'edizione 2005 della "Bavisela" ha visto la partecipazione straordinaria di una sessantina di vegetariani provenienti dal Nord Italia, i quali hanno corso indossando una maglietta creata per l'occasione, raffigurante un coniglio top-runner e recante le scritte "Corriamo insieme verso un mondo migliore" sul davanti e "Per salvare milioni di vite innocenti, per la tua salute, per dire no alla fame nel mondo e allo sfruttamento dell'ambiente DIVENTA VEGETARIANO" sulla schiena.

L'idea di sensibilizzare l'opinone pubblica anche attraverso una manifestazione sportiva è venuta ad alcuni animalisti triestini, ben sapendo quale importanza rivesta la "Bavisela" nel contesto cittadino. I problemi organizzativi non sono mancati ma per fortuna, grazie all'appoggio di molte persone, la partecipazione della compagine vegetariana ha avuto grande risonanza tra la popolazione e sui media regionali, tra cui un servizio in un programma radiofonico regionale della RAI, al quale sono intervenuti contemporaneamente il Presidente dell'AIAT Franco Bandelli, la portavoce della squadra vegetariana ed un alimentarista specializzato in medicina dello sport.

In particolare l'Associazione "Il Gattile" ONLUS ha fornito alla squadra una base logistica, permettendo agli organizzatori di utilizzare il gazebo felino all'interno del Villaggio Bavisela quale punto di ritrovo e deposito del materiale.

Le adesioni, entusiastiche, non sono mancate ed il numero totale dei partecipanti ha superato le più rosee aspettative. Tra questi anche alcune figure politiche della nostra città. Molti veg-atleti si sono alzati molto prima dell'alba pur di poter partecipare di persona a questa iniziativa incentrata sul rispetto per la vita di tutti, animali umani e non.

Il gruppo si è subito affiatato, giovani e meno giovani, tutti accomunati da uno stesso sentire. "Ho ricevuto supporto dai vari veg della non competitiva ed è stato bellissimo" scrive Franz, che ha corso la Maratona da 42 km, riandando all'esperienza vissuta. "Io ho alcuni amici maratoneti [...] e si sono complimentati tutti".

Alla partenza la squadra è stata dapprima oggetto di riprese ed interviste da parte dei media e poi, schierata in prima fila, ha rappresentato un nastro di partenza umano per i 5500 partecipanti che, si spera, affiancheranno i vegetariani nella corsa verso un mondo migliore. All'arrivo nella splendida piazza ecco ad attenderli una troupe di RAI 3, interessata alle motivazioni etiche e salutistiche di questi simpatici atleti, che, nonostante la grandine ed il maltempo, si sono dichiarati soddisfatti.

"La scelta vegetariana non è un sacrificio, come troppi pensano, ma un atto di amore verso tutte le creature"commenta uno degli organizzatori. "Con questa iniziativa speriamo che qualcuno decida di seguire il nostro esempio, così da ritrovarci, il prossimo anno, in numero ancora maggiore. La partecipazione di così tanti vegetariani, moltissimi dei quali giunti da fuori provincia, ci fa capire che siamo sulla strada giusta."

E alla fine tutti a rifocillarsi con delle fette di strudel vegan (privo di ingredienti di origine animale), in un ultimo momento corale di solidarietà e amicizia.

Ma ecco alcuni dati relativi all'iniziativa:

  • Partecipanti ufficialmente iscritti nel gruppo "vegetariani": 55
  • Atleti che indossavano la veg-maglietta: 61
  • Il più giovane: Nichteha (8 anni)
  • Il meno giovane: Laura (63 anni)
  • Chi è venuto da più lontano: Franz da Milano
  • Province della regione rappresentate: tutte
  • Vegetariani che hanno corso la maratona: 1 - Franz
  • Vegetariani che hanno corso la mezza maratona: 2
  • Esponenti politici: 2 - Chiara e Michele
  • Quattrozampe: 1 cocker femmina

La scelta vegetariana e vegan

Molteplici sono le motivazioni che spingono sempre più persone verso un'alimentazione vegetariana o vegan.

Sofferenza degli animali. Dietro al consumo di carne si cela un'enorme sofferenza. Gli animali allevati per la produzione di carne crescono immobilizzati in piccole gabbie e una volta raggiunto un peso adeguato vengono uccisi, spesso senza alcuna anestesia e talvolta tagliati a pezzi mentre sono ancora vivi.

Salute. I vegetariani vivono molti anni più delle altre persone e, fatto più importante, godono di uno stato di salute nettamente migliore. Gli attacchi cardiaci sono rarissimi nei vegetariani e l'incidenza dei tumori è inferiore del 60% rispetto a quella del resto della popolazione.

Fame nel mondo. Se nessuno mangiasse carne potremmo nutrire tutti gli abitanti della terra e liberare un miliardo di persone dalla fame. I problemi nascono quando mangiamo carne ed altri prodotti animali; servono oltre 16 chili di foraggio per produrre un chilo di carne! Inolte, il foraggio utilizzato per produrre gli animali da allevamento proviene dai paesi più poveri, mentre la carne viene prodotta per quelli più ricchi. Questo è il principale motivo per cui un miliardo di persone soffre la fame.

Ambiente. Al giorno d'oggi, la metà delle terre fertili del pianeta viene usata per coltivare cereali, semi oleosi, foraggi, proteaginose, destinati agli animali. Ogni anno la foresta pluviale, il polmone verde del pianeta, viene ridotta di migliaia di ettari e le riserve d'acqua del pianeta si impoversicono: quasi il 70% dell'acqua viene utilizzata negli allevamenti. Riportiamo due dati che non possono non far riflettere: per produrre un hamburger vengono abbattuti cinque metri quadrati di foresta tropicale e per produrre cinque chili di carne bovina serve una quantità di acqua che basterebbe ad una famiglia per un anno.

In definitiva, se pensi che la vita di un essere vivente, il diritto degli abitanti dei paesi più poveri a mangiare, o la tua salute valgano più di un piatto di carne, hai degli ottimi motivi per diventare vegetariano.

Ringraziamenti

Sperando di non dimenticare nessuno desideriamo ringraziare tutti coloro che hanno contribuito al successo della veg-maratona:

  • gli organizzatori della Bavisela, in particolare Franco Bandelli e Sonia;
  • tutti i componenti della veg-squadra;
  • Marina D.F. e Videografica Produzioni (Trieste - www.videografica.com) per la realizzazione del logo;
  • Gioia Meloni e Giuliano Sadar per l'attenzione dedicata a questa iniziativa;
  • i giornali e i siti internet che hanno diffuso il comunicato relativo all'evento;
  • gli esercizi commerciali e i negozianti che hanno supportato l'iniziativa, in particolare Alessandro del punto vendita 'Body Shop' (P.zza della Borsa - Trieste) e Patrizia de 'L'Erbario delle Fate' (via Conti 11/A - Trieste);
  • Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana
  • Radio Invidia.

Approfondimenti

Bavisela

www.bavisela.it: il sito ufficiale della Bavisela.

bavisela.trieste.com: lo speciale di trieste.com sull'evento.

Alimentazione vegetariana e vegan

www.saicosamangi.info: informazioni sull'alimentazione vegetariana e vegan, con un utilissimo 'starter-kit' per avvicinarsi facilmente a questo tipo di alimentazione. L'intero contenuto è ordinabile su un CD-ROM per poterlo consultare con calma.

www.scienzavegetariana.it: il sito della Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana: domande e risposte con medici qualificati.

www.vegetariani.it: il sito dell'Associazione Vegetariana Italiana.

www.ivu.org/italian/articles/exhibition/index.html: mostra fotografica sul vegetarismo e veganismo. Per vedere cosa si cela dietro a quello che chiamiamo "cibo".

www.veganhome.it: la prima community vegan: informazioni, un forum di discussione, un database in continua crescita di prodotti, marche, negozi e locali.

Per gentile concessione di: www.trieste.com, info@trieste.com