International Vegetarian Union
IVU logo

32nd World Vegetarian Congress 1996
Johnstown, PA, USA

TESTO DI INDIRIZZO DI SURENDRA M.MEHTA, PRESIDENTE DELLA UNIONE VEGETARIANA INTERNAZIONALE
AL CAMPUS DELLA UNIVERITA' DI PITTSBURGH, A JOHNSTOWN, USA. 29.07.1996.

La Coscienza Globale attraverso il Vegetarianismo
dall' EVU-News, Edizione 4 /1996
[photo: Surendra Mehta]
Surendra Metha
Presidente uscente
della IVU.

Tre mandati consecutivi sulla poltrona presidenziale di una organizzazione tanto attiva e vibrante - che promuove il vegetarianismo, che lotta perch´ siano alleviate le miserie che sono inflitte agli altri esseri viventi, e che tenta di elevare i valori della vita umana - sono certamente un compito di cui il presidente dell'Unione può sentirsi molto fiero.

Felicità e gioia raddoppiano quando ci si rende conto che l'organizzazione ha ottenuto l'appoggio di centinaia e migliaia di persone, con inclinazioni simili, in tutto il globo - che promuovono insieme la causa che questa organizzazione ha sostenuto - e sostiene.

Ancora, l'entusiasmo triplica quando si trova che , inoltre, il lavoro intrapreso in quegli anni ha avuto un impatto di grande misura - facendo scoprire alla gente di tutto il mondo la causa per la quale questa organizzazione lavora.

Oggi, con un senso profondo di introspezione, mi torna alla memoria il discorso che feci un paio di anni fa - nel 1994, al precedente Congresso Vegetariano Mondiale. A quel tempo avevo indicato che la "Velocità" e la "Avidità" dell'industria dell'allevamento animale stava portando l'umanità su un percorso che si sarebbe presto dimostrato autodistruttivo, e posi l'accento sul "Bisogno" di una riparazione veloce alla follia del cammino che quelle persone perseguivano. Amici, le affermazioni che feci quel giorno non avrebbero potuto avere maggiore risonanza.

Negli ultimi due mesi avrete osservato la situazione pietosa che ha fatto toccare il fondo degli affari dell'Industria Britannica dei Bovini.

Decenni prima l'Industria Britannica dell'allevamento deve aver pensato che utilizzando la "ricchezza sprecata delle proteine", recuperate dagli "avanzi" degli altri animali macellati, come alimento per le tanto esportate mandrie di bovini, avrebbe ben trovato il modo per "guadagnare i ducati d'oro del cambio straniero ". Ma le conseguenze di questo comportamento hanno dimostrato il contrario. Le povere creature sono state portate alla morte senza nessuna colpa - e alla stessa 'velocità' con la quale erano state forzate ad incrementare il loro numero, in un modo che gli animali non avrebbero probabilmente mai scelto.

Succedendo questo in Gran Bretagna, negli Stati Uniti d'America le autorità del Dipartimento per il cibo (Food and Drug Administration) cominciarono a preoccuparsi per la crescente incidenza dei disturbi zoonotici, trasmessi agli umani attraverso il consumo di carne contaminata. Le autorità avvertirono che esercitando rigorose misure di controllo di qualità, avrebbero potuto controllare eventi simili in futuro.

Il presidente degli Stati Uniti Bill Clinton, in una sua trasmissione alla radio, assicurò che "questa salvaguardia dalle nuove contaminazioni della carne e del pollame saranno le più forti che siano mai state prese ", e che - "i genitori dovrebbero sapere quando servono un pollo a cena, non stanno mettendo a rischio la salute dei loro figli".

L'ironia dell'affermazione 'NON stanno mettendo a rischio la salute dei loro figli' mi meraviglia. Mi chiedo - "Da cosa?" Servendo "pollo a cena" i bambini non sono esposti a disturbi più seri come sovrappeso, malattie alle coronarie, attacchi di cuore, osteoporosi? - E queste sofferenze potrebbero essere facilmente evitate passando ad una dieta vegetariana!

Il direttore della Food Society for the Center for Sciences in the Public Interest (Società Alimentare del Centro per le Scienze nel Pubblico Interesse), un Gruppo di Consumatori, è apparentemente in dissenso con il commento di Bill Clinton dicendo - "Questa regola è una PIETRA MILIARE per migliorare la sicurezza della carne e del pollo".

A mio giudizio, avrebbe potuto essere una "vera pietra miliare " nella storia umana se Mr.Bill Clinton avesse fatto il passo di annunciare - "i genitori dovrebbero sapere che quando NON SERVONO pollo o carne a cena, NON stanno mettendo a rischio la salute dei loro figli".

Ma potrebbe, qualcuno che ha bisogno di contare sulla forza valutaria, e su potenti lobby di industrie di allevamento - dire questo?

Alcuni giorni prima che io abbandonassi l'India per partecipare a questo congresso, mi accadde di scorrere un articolo di giornale. Rendeva noto che un organismo dell'Unione Europea (Codex), che si era incontrato per discutere della etichettatura e degli standard del cibo, aveva approvato la macellazione degli animali con il metodo "Halal" - un metodo che significa lenta uccisione degli animali, causa di estremo dolore, agonia e crudeltà e che la decisione era stata approvata nonostante le obiezioni di paesi come Stati Uniti d'America, Gran Bretagna e altri. Questo accadde proprio nel periodo in cui la Alleanza Nazionale per gli Animali organizzava una riunione a Washington - 23 giugno, 1996, - per i Diritti degli Animali. Questa forma estremamente crudele di Macellazione approvata dal-'Codex'- arrivò come un grande shock a me e agli altri amanti degli animali dell'India. Una agonia simile sarebbe stata avvertita da tante persone in tutto il mondo. Io esorterei ciascuno di voi presenti qui a questo Congresso a scrivere una lettera appropriata al Codex, a Brussel, nel Belgio, - esprimendo la vostra angoscia, e opponendovi al metodo 'Halal'.

Vi dirò brevemente che a dispetto dell'ampio appoggio e dei grandi sussidi forniti dai governi, queste Industrie di Carne Animale - pollame, bestiame, aquafarms - sono ancora assalite da problemi economici e di salute. Qualcuno di voi può essere a conoscenza del fatto che, in uno dei programmi della serie - 'HORIZON' - la BBC mostrò un documentario intitolato -'LINEA VELOCE NELLA CATENA ALIMENTARE' Questo documentario dipinse chiaramente le sofferenze di poveri animali - polli, tacchini, maiali, bestiame bovino, cuccioli di vitello - e narrò con i fatti come l'intera industria della carne animale ha ignorato i cicli naturali di queste povere creature. Per esempio, i polli vengono fatti crescere in 42 giorni quanto in natura crescerebbero in 84 giorni, cioè nella metà del tempo di cui avrebbero davvero bisogno. I risultati di questa crescita accelerata erano che sebbene gli animali avessero raggiunto un peso sufficiente ingrassando, il loro cuore, i loro polmoni, le loro ossa - non potevano sopportare lo stesso ritmo di crescita. A causa di questo questi animali non erano capaci di sostenersi sulle loro zampe, respiravano affannosamente, accumulavano tutti i fluidi indesiderati nei loro toraci e addomi, ed alla fine della loro crescita forzata non erano in grado di servire ad alcuno scopo - NEMMENO come cibo!

A parte il danno così inflitto a queste creature, il grande pubblico deve ancora comprendere il più grande e più dannoso impatto di queste industrie della lavorazione degli animali. E la cosa peggiore è che indirizziamo tutta la nostra energia scientifica, con costi colossali, a trovare soluzioni sempre più nuove per trattare gli sprechi così generati da queste stesse industrie - e a trovare cure per le malattie in cui incorrono i consumatori umani.

Per esempio, tutto il bestiame affetto dalla BSE (la 'mucca pazza') deve essere abbattuto - ma gli scienziati sono ora preoccupati di come disporre dei resti - scaricarli nel mare, incenerirli, o cosa farne? E ancora non sappiamo se questa può essere una bomba a tempo, che potrebbe esplodere quando le generazioni future sono meno preparate a farvi fronte! Trovare soluzioni per problemi come questi, comporta un consumo colossale della energia nazionale!

Quando il 'Guardian Weekly', nell'edizione datata 28 aprile 1996, riportava:

"L'85% degli Statunitensi diventerà vegetariana entro l'anno 2050" - ha formulato quella che potrebbe essere la più grande profezia, e fornito una chiave di lettura utile per dirigere le nostre politiche e le nostre azioni verso la causa del Vegetarianismo.

Ancora, non ci poteva essere un messaggio più grande per la gente di quello che Mrs.Benazir Bhutto, il Primo Ministro del Pakistan - quando disse di recente ai propri concittadini

"Una Dieta Vegetariana mi tiene in forma nonostante la fatica del dicastero. Tutti i Musulmani dovrebbero passare al Vegetarianismo, altrimenti non si troverà il bestiame".

Che belle parole - Io credo che queste parole dovrebbero essere incorniciate e mostrate in ogni ufficio e in ogni casa. Amici, la comprensione è ormai vicina!

Al momento, io mi sento un poco più felice che, in tutto il mondo, la saggezza di adottare una dieta vegetariana ed eliminare la carne animale dal proprio menù raccoglie tante più persone e più velocemente.

Oggi, gli ambientalisti Francis Moore Lappe, John Robbins, Jeremy Rifkins, Dr. Colin Campbell e molti altri hanno fatto grandi sforzi per mostrare che il percorso della industria animale sta perseguendo può essere solamente distruttivo. Essi hanno mostrato come queste industrie esauriscono tutte le risorse naturali mentre occorre prendersi cura del potenziale della madre terra per le future generazioni della popolazione mondiale.

Oggi, i dottori Michael Klaper, Dean Ornish, John McDougall, Neal Barnard e molti altri - ci hanno mostrato come una dieta vegetariana aiuta a riportare alla normalità il nostro cuore, al nostro sistema digestivo, al nostro fegato e ad i reni - e a rendere la nostra vita degna di essere vissuta.

Oggi, esistono molte Organizzazioni per i Diritti degli Animali che parlano delle miserie delle creature senza voce, le creature che gridano silenziosamente per essere aiutate - ed il cui 'grido silenzioso' è eloquente ed assordante - per essere liberi ed essere una sola cosa con la natura.

Oggi, ci sono centinaia di scienziati che, con le evidenze raccolte negli anni, stanno provando che se non correggiamo il nostro modo di vivere - vivremo in una atmosfera che sarà altamente inquinata, e che paralizzerà presto le nostre vite.

Oggi, potremmo guardare documentari scientifici sulla nostra tivù e i canali video che mostrano cosa sta accadendo in tutto il mondo e che ci dicono in dettaglio degli effetti dannosi dell'industria dell'allevamento animale.

Con il grande sostegno che abbiamo ottenuto da Dottori, Scienziati, Ambientalisti e da Organizzazioni di diverse tendenze,- io credo che i nostri sforzi dovrebbero ora raddoppiare -

  • rendere coscienti i governi di tutto il mondo, quando necessario con richieste e manifestazioni persuasive, del danno prodotto da queste industrie basate sugli animali - e dire ai legislatori che se smettessero di incoraggiare l'allevamento, i vantaggi che una nazione potrebbe ottenere diverrebbero una fenomenale molteplicità,
  • far capire alle generazioni più giovani che sono state abituate a mangiare la carne che se non cambiano le loro abitudini ora, il prezzo che pagheranno inconsapevolmente per rimanere nella stretta dell'industria animale- sarà vertiginosamente alto.
  • liberare la gente ostinatamente immobile dalla vita commercializzata e spersonalizzata che conducono, e aiutarli a rendersi conto che, adottando una dieta vegetariana, porterebbero consapevolezza e gratitudine per i pasti che consumano, che farebbero la loro salute e felicità. Esprimerebbero così sinceramente il loro rispetto per vita.

John Robbins ha espresso queste cose magnificamente nel suo libro,- "MAY ALL BE FED"- "Ci sono alcuni luoghi dove le dimensioni spirituali, politiche, personali ed ecologiche delle nostre vite si incontrano tanto pienamente - come quando ci sediamo per le nostre colazioni, pranzi e cene".

Essendo l'India la mia terra, posso dirvi che i Rishis dell'India avevano una visione che era migliaia di anni avanti rispetto ai loro tempi - quando hanno classificato la dieta come Satvilk, Rojasik e Tamasic -

Il cibo Satvik è oggi ciò che chiamiamo` cibo 'Vegano' - ma con l'inclusione di alcuni latticini. Sarete anche sorpresi di sapere che hanno persino suddiviso in 225 categorie i tipi di esseri umani e li hanno definiti. Le loro scoperte ed i detti hanno veramente il valore un studio serio.

"L'importanza straordinaria della nostra consapevolezza del cibo e le azioni... (mostreranno) ... ciò che è conquistato non solo nei termini della vostra salute individuale, ma anche per i bambini e i ragazzi, per il mondo meno fortunato, per il futuro vero e proprio dell'umanità e per i sistemi ecologici essenziali dai quali dipende tutta la vita terrena".

Per poter rendere sensibile la gente agli aspetti vari da portare avanti con il lavoro che abbiamo intrapreso, in India si sta procedendo alla formazione di una compagnia pubblica limitata- chiamata Ahimsaa Indaga, che è una Fondazione che non paga dividendi. La Fondazione sarà diretta professionalmente per condurre indagini su Abitudini Dietetiche, Nutrizione, Benessere Animale, Agricoltura Organica, Ecologia, Ambiente, e altro - e la informazione sarà resa disponibile alla gente ed ai legislatori per migliorare la vita di tutte le creature viventi. I dettagli della Fondazione sono disponibile presso di me.

Amici, ciò che ho in mente è stato espresso da John Robbins, in uno dei Capitoli del suo libro, che vorrei citarvi - "non sappiamo ancora come sarebbe vivere in una società veramente sana e compassionevole. Ma ci sono alcune cose che ci sono già disponibili ora. Possiamo conoscere l'appagamento di chi lavora verso un mondo così".

Immagina un mondo dove la terra è fertile, l'acqua è pulita, l'aria è fresca e tutto è alimentato ... Questo è un mondo dove la gente ha imparato a vivere in armonia con la Natura - e dove il nostro cibo è sano per noi, e lo è altrettanto per il nostro ambiente.

So che il compito di creare un mondo come questo, non può essere compiuto nel breve giro di una notte. Richiederà piuttosto la durata di una vita di caparbia pazienza. Ma, a almeno a mio modo di sentire, è una sfida che vale veramente la pena di accettare, nonostante le difficoltà che comporta.

Amici, posso cessare essere il vostro Presidente nel giro di un breve quarto d'ora, ma i miei sforzi nella direzione delle mie affermazioni continueranno per sempre.

Surendra Mehta
Mehta Jewellery, No.40, Thirumalai Pillai Road, Madras, Tamil Nagar, 600017, India
Tel. +91 44 8277133, Fax +91 44 8277885

Traduzione Italiana di Franco Tedaldi go14556@iperbole.bologna.it