International Vegetarian Union
IVU logo

FAQ Domande Frequenti
Ingredienti 1: la gelatina
Cos’è la gelatina? Vi sono alternative ad essa?

La gelatina (utilizzata per confezionare marmellate ed altri dolci) si ottiene a partire dalle ossa bollite, dalle pelli e dai tendini degli animali. Una sostanza ad essa alternativa è denominata Agar-Agar [NDT: anche detta Kanten], che si estrae dalle alghe marine. Un’ulteriore alternativa è prodotta dalla radice del Kuzu. L’Agar-Agar viene venduto sottoforma di sottili trecce, in polvere o fiocchi od in lunghi blocchetti e solitamente si presenta di colore biancastro.

Sebbene alcune gelatine Kosher siano realizzate con l’agar-agar, la maggioranza non lo sono. Altri prodotti vegani che sostituiscono la gelatina sono: la gomma di guar e la carragenina. Soltanto pochi “emulsionanti” sono vegani. La gelatina viene utilizzata in fotografia. Nonostante esista la necessaria tecnologia per sostituire la tradizionale pellicola fotografica, attualmente il suo prezzo risulta essere proibitivo e la richiesta è scarsa [NDT: invece la tecnologia fotografica digitale incontra un successo sempre maggiore e costituisce una valida alternativa]. Auspicabilmente, con una maggior diffusione del vegetarismo e dello stile di vita vegan, la situazione cambierà in tempi brevi.

La gelatina Halal è vegetariana?

Da un lettore musulmano:
Halal significa semplicemente che l’animale è stato ucciso in accordo alla legge islamica. Perciò è possibile che la gelatina sia halal ma non vegetariana.

Cos’è la gelatina kosher?

Dal Vegetarian Resource Group:
La gelatina kosher può essere fatta con lische di pesce e/o pelli di manzo o maiale. Contrariamente a quanto si pensa, è parimenti considerato kosher il suo utilizzo nei prodotti caseari. La legge kosher è molto complessa e le ossa ed i pellami adoperati nella produzione di gelatina sono considerati “pareve”. Il significato più ampio di “pareve” fa riferimento a cibi che non sono né latticini né carni e per questo motivo molte persone credono che ciò significhi che il prodotto sia vegetariano. Invece, ingredienti certificati “pareve” possono contenere al loro interno prodotti di origine animale quali pesce, uova e gelatina.
“Marshmallows con gelatina kosher: Glatt Kosher e ‘OU Pareve’”, un articolo apparso nel magazine Koshrus, ne spiega la distinzione. Un passo di tale articolo riporta quanto segue:
“… dal momento che la gelatina viene prodotta da pellami e da ossa –quindi non da vera e propria carne- e viene sottoposta a modifiche sostanziali, essa non è più considerata quale derivato della carne stessa ma “pareve”, e può essere mangiata abbinata ai prodotti caseari.”

Esistono gelatine vegane?

Da un lettore in Germania:
La "gelatina" è una sostanza ricavata da ossa di animali e da altre parti del corpo dell’animale. Così, se un prodotto contiene “gelatina”, esso non può essere vegan. Vi è però una grande varietà di sostanze che sono vegan e che presentano le stesse proprietà della gelatina: la cellulosa (o amido), l’Agar-Agar, il Bobin, il Guar, lo Xantano, le carrube ed altri ancora. (Sfortunatamente non conosco l’esatta nomenclatura inglese, ma probabilmente quanto scritto vi aiuterà di già).
Così, se sull’elenco degli ingredienti leggete che è stata utilizzata della gelatina, allora potete essere certi che quel prodotto NON è vegano. Se invece sulla lista compaiono una o più delle sostanze sopra menzionate, allora potete mangiarle con sicurezza anche se siete vegan.

Da un lettore negli USA:
Deve essere proprio così, perché una volta ho partecipato in una casa dello studente dell’università di New York ad una cena del Ringraziamento vegan e gli organizzatori dissero che la marmellata che veniva servita era una particolare marmellata vegan.

Da un altro lettore americano: Il gruppo nordamericano Hain produce una marmellata che contiene sostanze gelificanti di origine non-animale (quindi niente carne, ossa, pelli, zoccoli ed altre parti o derivati) ed è una confettura di ottima qualità. Inoltre, alcuni snack gelatinosi confezionati NON sono prodotti con gelatina e sono disponibili nei grandi negozi di alimentari (perfino in Texas!), basta leggere l’etichetta.

Vi sono altri cibi per i quali vale un discorso analogo a quello della gelatina?

Il caglio, tradizionalmente utilizzato quale agente coaugulante nel processo di produzione del formaggio, si ottiene dai succhi gastrici dei vitelli macellati. Il caglio può essere paragonato alla gelatina, nel senso che rappresenta un additivo alimentare molto comune ma i cibi che lo contengono vengono spesso considerati vegetariani. Per ulteriori dettagli, vedi la sezione Uova e latticini.

Inviate altre domande - risposte!

Quali marche di gelatina kosher sono vegetariane?

Se trovo una confettura non contenente gelatina, ciò significa che posso mangiarla?

Quali sono gli animali più comunemente utilizzati nella produzione di gelatina? Può tale sostanza essere prodotta per sintesi, senza far uso di animali?

Cos’è la gelatina “halal”?

Ulteriori informazioni:



Indice FAQ

Traduzione Italiana di Barbara Berlan