International Vegetarian Union
IVU logo

FAQ Domande Frequenti
Ingredienti
Che cosa sono la lipasi e il sego?

Da un lettore in Australia:
lipasi - grasso animale
sego - sostanza di cui sono generalmente imbevute le patate fritte, i tortini di patate e le frittelle di patate prima di essere impacchettate e vendute. É un tipo di grasso, di solito si tratta del sego di manzo.

Le lisine sono tutte d’origine animale?

Da un lettore:
Posseggo un flacone di una società che produce per la maggior parte vitamine vegetariane e, sebbene non abbiano alcun interesse nell’essere una società rigorosamente vegan, l’addetto alle vendite afferma che la maggior parte dei loro prodotti è di derivazione vegetale, persino la glutammina e altri aminoacidi.
Ho sentito dire che una mancanza di lisina, in momenti di stress, può causare eruzioni di herpes cui talvolta sono soggetto. Inoltre pratico il sollevamento pesi e la glutammina è considerata un aiuto per il sistema immunitario in periodi di grande stress.
Se siete a conoscenza di alternative oppure di una società che vende questi due aminoacidi e che sia sicuramente vegan, vi prego di farmelo sapere. Ho anche un altro quesito: è possibile che un vegan che svolge attività atletica soffra della carenza di queste sostanze nutrienti?

Gli integratori di glucosammine e condroitine possono essere prodotti da sostanze non animali?

Sarebbe meglio chiedersi, prima di tutto, perché si dovrebbe avere bisogno di integratori di queste sostanze. Se non sbaglio, si tratta solo di sostituti polisaccaridi, sicuramente scomposti dal sistema digerente in zuccheri semplici (cioè glucosio) molto prima di esercitare un effetto biologico specifico. - Mark

Ho domandato a molti produttori da dove traggono la glucosammina e la risposta è sempre stata dal pesce.- Jerry

Secondo l'articolo citato più sotto, la glucosammina per via orale è incorporata nella cartilagine delle giunture. Gli effetti benefici di questa sostanza nel trattamento della osteoartrite sono stati testati attraverso numerose prove cliniche, ma i risultati degli esperimenti non sono decisivi a causa di errori metodologici. Per quanto ne so, non è stato reso noto quasi nessun esperimento sulla codrotina, sia da sola che in combinazione con la glucosammina. - Jay

Ann Pharmacother 1998 May;32(5):574-9
Glucosamine.
Barclay TS, Tsourounis C, McCart GM
School of Pharmacy, University of California, San Francisco 94143, USA.

Che cosa sono i mono e i bi-gliceridi?

Rispondono membri di ivu-sci:
I trigliceridi rappresentano circa il 95% dei lipidi (grassi) alimentari. Una molecola di trigliceride si forma quando una molecola di glicerina (un alcool a tre atomi di carbonio) si combina con 3 molecole di acido grasso. Occasionalmente solo una o due molecole dell’acido grasso si combinano con una molecola di glicerina per formare rispettivamente monogliceridi e digliceridi.
Mono e digliceridi sono esteri degli acidi che formano i grassi commestibili generalmente del glicerolo. Queste sostanze chimiche sono prodotte sinteticamente principalmente per agire come emulsionanti nella margarina. Sono inoltre usati nei prodotti da forno per conservarne la “morbidezza”, nelle bevande, nel gelato, nel latte ghiacciato, nel latte, nel composto base dei chewingum, nel grasso di pasticceria, nel lardo, nei pasticcini, nel cioccolato e nei dolci al cioccolato, nel grasso animale sciolto, nelle guarnizioni dei dolci. Inoltre, sono oggetto di studio per individuarne eventuali effetti cancerogeni.

La lecitina di soia è vegetariana?

Risponde un nutrizionista dal Canada:
Si, deriva dalla soia. A volte la lecitina è estratta dalle uova o da altri prodotti animali.

La lecitina può derivare dai latticini?

- in attesa di risposta

I grassi omega 3 dei semi di lino si ossidano quando sono usati nella cottura, come nel caso del pane?

Risponde un nutrizionista dal Canada:
Ci sono state notevoli controversie sulla stabilità dei semi di lino, per via dell’alto contenuto di acidi grassi omega-3 altamente insaturi. I semi di lino sembrano essere più stabili di quanto ci si aspetterebbe considerando il lor contenuto di n-3. Ratnayake ha dimostrato che dopo 44 settimane di conservazione a temperatura ambiente non si verifica alcun deterioramento. . Tuttavia, si consiglia di conservare i semi di lino in frigorifero o in un congelatore per avere la massima protezione.
Ratnayake ha dimostrato inoltre che un’ora di cottura a 176° C (350° F) non produce effetti significativi sul contenuto di n-3 o sul PV (valore di perossido) , sia nei semi interi che in quelli macinati. Cunnane e altri hanno ottenuto risultati simili. La cosa più importante è che la cottura a temperature moderate sembra sicura sia per i semi di lino macinati che per quelli interi.

Recentemente ho appreso che la pepsina è un prodotto chimico che contiene sangue di maiale ed è usato nella Pepsi Cola e nella Coca cola. E’ vero?

No, si faceva in passato ma non è più in uso adesso. Sebbene si tratti di un diceria diffusa, non corrisponde a verità. Né la Pepsi né la Coca Cola contengono pepsina.


Da vedere inoltre:

Gli emulsionanti, gli enzimi e gli stabilizzatori sono ingredienti derivati dagli animali?

Risponde un lettore:
Gli emulsionanti e gli enzimi possono essere di origine animale (così come vegetale). Gli enzimi possono anche derivare da batteri o da funghi. Non ho mai sentito parlare degli stabilizzatori. Se su un prodotto è scritto esplicitamente che gli enzimi o gli emulsionanti ivi contenuti (come pure i gliceridi o gli aromi naturali o gli acidi stearici, ecc.) non sono di derivazione animale, allora potete esserne certi.
Tuttavia, è probabile che se il prodotto è di origine animale, ciò non venga specificato. Le mie regole pratiche sono: se su una marca è specificato che un ingrediente non è di origine animale, allora va bene; se la stessa marca presenta lo stesso ingrediente in un prodotto differente senza specificare che non è di origine animale, probabilmente lo è; se una marca non specifica che un ingrediente non è di origine animale, è probabile al 50% che lo sia (o anche all'80%, perché secondo la mia personale esperienza di consumatore, la maggior parte degli ingredienti che possono essere di origine animale, lo è effettivamente).

Quali sono gli ingredienti da evitare nei dolci?

Risponde un lettore dagli Stati Uniti:
Due ingredienti che possono essere o meno derivati da animali sono i gliceridi (sia mono che digliceridi) e gli aromi naturali. I mono e i digliceridi sono presenti nella maggior parte dei cibi che si acquistano, e ritengo che si tratti in realtà di emulsionanti. Essi possono essere di derivazione animale o vegetale. Ecco la definizione di Aromi naturali secondo il titolo 21, sezione 101, parte 22 del Code of Federal Regulations (Codice delle Leggi Federali): “il termine aroma naturale indica l’olio essenziale, l’oleoresina, l’essenza o l’estratto, la proteina idrolizzata , il distillato o qualsiasi prodotto derivante dalla torrefazione, dal riscaldamento e dall’enzimolisi, che contenga i componenti aromatizzanti derivati da una spezia, un frutto o il succo di un frutto, da un vegetale o dal succo di un vegetale, da un lievito commestibile, erba, corteccia, germoglio, radice, foglia o sostanze vegetali similari, carne, frutti di mare, pollame, uova, latticini o prodotti di fermentazione del latte, la cui funzione più importante sia di aromatizzare il cibo, piuttosto che di aggiungere valore nutritivo."

Are "vegetable mono- and diglycerides" vegetarian friendly?

Cosa contiene il colorante Giallo n°5?

Risponde Barbara Berlan:
Il colorante giallo n°5 o, secondo la normativa Comunitaria, CI giallo per alimenti 4 è noto con il nome di tartrazina e corrisponde alla sigla E102. Negli alimenti presenta una tonalità giallo uovo e si utilizza in polvere o in granuli di color arancio chiaro. Si trova comunemente in dolci, sciroppi, bibite, conserve vegetali (eccettuate quelle di pomodoro) e nel gelato alla zabaione. La sua aggiunta allo zafferano è invece considerata fraudolenta. Si tratta di una sostanza colorante monoazoica e viene prodotta artificialmente per sintesi. In base a quanto previsto dalla direttiva 95/45/CE del 26.07.95, chimicamente, la tartrazina è composta essenzialmente da trisodio 5-idrossi-1-(4-solfonatofenil)-4-(4-solfonatofenilazo)-H-pirazol-3-carbossilato e da coloranti accessori accompagnati da cloruro sodico e da solfato sodico che sono i principali componenti non colorati. Sostanzialmente è descritta come sale sodico. Il suo utilizzo è sconsigliato per i bambini e controindicato per chi è allergico all’acido acetilsalicidico (la comune aspirina) e per i soggetti asmatici, in quanto si ritiene possa causare allergie, in particolar modo orticaria ed asma.

I have heard that BHT, BHA and BHTQ are animal derived chemicals.It lists in your "hidden animal products" that it might be, but how can I find out for sure?

Are mono and di glycerides animal derived?

I got to know that yellow no.5 (colouring) contains ingredients that are haram, not allowed in the islam law, is this true?



Indice FAQ

Prodotti la cui derivazione animale è nascosta

E’ molto difficile evitare prodotti animali “nell’Era Moderna”. Ecco una lista di sostanze che sorprendentemente contengono derivati animali, e di altre che sicuramente non li contengono.

Caseina: prodotto ricavato dal riscaldamento del latte insieme ad un acido, come l’acido lattico. Questa sostanza è presente soprattutto nei formaggi alla soia “senza lattosio” come Soyco, Soy Kaas, AlmondRella, Zero-FatRella, HempRella e nelle fette di TofuRella.
Le etichette riportano “senza lattosio” (il lattosio è un altro derivato del latte), ma ciò non significa che tali prodotti siano vegan come eravamo erroneamente abituati a pensare. Il formaggio di soia Soymage è al 100% vegan, ma non è molto gustoso. Anche Vegan-Rella è completamente vegan. La caseina è usata anche nelle plastiche, negli adesivi e nella produzione della vernice.
Caseinato: composto della caseina con un metallo, come il caseinato di calcio o il caseinato di sodio.
Chewing Gum: alcune gomme da masticare contengono glicerina. Le gomme Wrigleys contengono una glicerina vegetariana.
Margarine: possono contenere oli di pesce o di altri animali marini. Molte margarine contengono siero di latte.
Torrone: contiene solitamente gelatina.
Pasta: può contenere uova, specialmente se è fresca. Alcuni tipi di pasta in Italia contengono inchiostro di calamari, ma possono essere facilmente riconosciuti per via del colore nero.
Impasti: colle. Possono derivare da animali o pesci.
Pasticceria: nella maggior parte delle torte sono usati grassi animali ecc. Controllate gli ingredienti.
Fosfati: derivati dal glicerolo e da acidi grassi. Possono anche derivare da ossa animali.
Caglio: enzima estratto dallo stomaco di un vitello ucciso da poco. Viene usato nel processo di produzione del formaggio. Cercate la rennina o la dicitura: “prodotto senza caglio animale”.
Grasso da pasticceria: può essere realizzato con grassi animali. Viene utilizzato nell’industria alimentare, specialmente per la produzione di pasticcini e biscotti.
Stearato: si trova di solito in forma di "stearato di calcio", ed è usato nelle caramelle dure come le Gobstoppers o le Sweetarts o in altri prodotti. Deriva dall’acido stearico, che viene di solito estratto dal sego, o grasso animale.
Lo stearato è usato di solito nei vinili (come nei sedili delle macchine) e nelle plastiche.
Caramelle: attenzione alla gelatina, ad esempio nelle caramelle gommose ai frutti. Quasi tutte le mentine contengono gelatina: Polo, Trebor, Extra Strong, ecc. Attenzione anche al torrone.
Siero del latte: parte liquida del latte.

Che cos’è la cocciniglia/carminio?

La cocciniglia è una sostanza colorante rosso acceso ricavata dal corpo essiccato di un insetto messicano, il Dactylopius coccus. Miliardi di questi insetti sono allevati e uccisi per estrarre un colorante rosso utilizzato nei dessert, in alcuni tipi di latte di soia alla fragola, nell'abbigliamento, ecc…

Quali prodotti che derivano dagli animali provengono dall’uccisione degli stessi?

Da un membro di ivu-sci:
Non è una domanda facile cui rispondere! La carne e i prodotti come il cuoio, la farina d’ossa, il sangue e la gelatina lo sono sicuramente, sebbene in alcune zone dell’India il cuoio provenga da pelli di bestiame morto di morte naturale.

In sostanza, anche la produzione di pellicce e seta richiede l’uccisione degli animali. Prodotti che ovviamente NON comportano l’uccisione degli animali sono il latte, le uova e la lana. Tuttavia le mucche da latte, le galline ovaiole e gli animali da lana sono sistematicamente macellati alla fine della loro vita produttiva e passano nella catena alimentare.

Da Franco Tedaldi:
In Italia vengono soppressi ogni anno centinaia di milioni di pulcini maschi di galline ovaiole, in ottemperanza alle norme della comunità europea. Questo è un caso in cui, pur non mangiando parti di un animale, se ne causa la morte per i fini della produzione.

Che cos’è la cantaridina?

La cantaridina (C10H1204) è il lattosio dell’acido cantaridico e il costituente attivo del cantaride, ricavato dal corpo disseccato della mosca spagnola “Lytta vescicatoria”. E’ stato usato come afrodisiaco ed era usato in passato come revulsivo nei gessi e, in piccole quantità, nelle lozioni per capelli, ma può causare la nefrite (malattia dei reni di origine tossica). - Tratto dal Butterworth's Medical Dictionary.

La "gomma base" delle gomme da masticare è vegan?

Dal Vegetarian Resource Group
La maggior parte delle gomme da masticare elenca tra gli ingredienti la “gomma base", celando che essa può contenere petrolio, lanolina, glicerina, polietilene, polivinile acetato, cera di petrolio, acido stearico e lattice (un possibile allergene).
Gli standard per l’identità di prodotti come la gomma base o gli aromi non impongono ai fabbricanti di fare una lista completa degli ingredienti contenuti..
Secondo Dertoline, un'industria chimica francese, il loro adesivo “dercolite” è usato sia per le etichette e i nastri adesivi sia come gomma base per le gomme da masticare.
Molte marche inoltre elencano la glicerina e il glicerolo come ingredienti sulle etichette:entrambi possono essere di derivazione animale.

Che cos’è il BHT che si trova nei cibi surgelati e nella maggior parte dei cereali come conservante?

Da un membro di ivu-sci
Il BHT è il butilato d’idrossitoluene.
Il BHT è un conservante e un antiossidante usato come base per le gomme da masticare, per le patate e i fiocchi di patate dolci e per i cereali da colazione.
È inoltre uno stabilizzante per i grassi nel riso arricchito, per i grassi animali e per i grassi da pasticceria contenenti grassi animali.
Viene anche usato per ritardare l'irrancidimento delle salse di maiale congelate e delle carni essiccate congelate. Studi condotti sui topi hanno rivelato che il BHT causa comportamenti anomali nei cuccioli, dovuti a cambiamenti chimici nel cervello. Il BHT e il BHA sono simili dal punto di vista chimico, ma il BHT può essere maggiormente nefrotossico (tossico per i reni). E’ stato proibito in Inghilterra, mentre negli Stati Uniti sono in corso studi per determinare in che quantità possa essere considerato "sicuro". La FDA (Food and Drug Administration) possiede un archivio aggiornato chiamato “PAFA”, forse disponibile on-line, che fornirà probabilmente informazioni più aggiornate.

La margarina e il burro a basso contenuto di grassi contengono prodotti animali?

Da un lettore negli USA:
Si! Controllate gli ingredienti, alcuni contengono gelatina.

Da un altro lettore negli USA:
Sono abbastanza sicuro che la margarina leggera di Fleischmanns sia vegan.

Gli oli di anacardio sono nocivi secondo voi?

Da un nutrizionista in Canada:
La maggior parte degli oli di nocciola rappresenta una scelta salutare (sebbene mangiare nocciole sia persino meglio!). Mentre molti altri oli sono per la maggior parte grassi polisaturi, l’olio d’oliva e gli oli di nocciola (ad eccezione dell’olio di noce) sono per la maggior parte grassi monosaturi, e l’olio di anacardio non fa eccezione. Se l’olio non è raffinato, conserva molti dei suoi componenti benefici (per esempio gli steroli vegetali, la vitamina E, ecc…). Gli anacardi hanno più grassi saturi di molti altri oli (20 per cento di grassi saturi contro il 10 per cento delle mandorle, il 7 per cento delle nocciole e il 6 per cento delle noci). Questo può essere considerato un vantaggio in termini di stabilità dell’olio, tuttavia può essere preferibile usare altri oli di nocciola, se per voi è importante mantenere i grassi saturi ad un livello basso.


Traduzione Italiana di Maria Parente