International Vegetarian Union
IVU logo

IVU News

La posta dell'IVU
English - IVU News - Numero 3 - 1998 - Español

Jan Beeldman dà il benvenuto al nuovo Segretario Regionale IVU per l'Africa, Dr. P. K. Jain

Parecchi anni fa annunciai che volevo dimettermi da Segretario Regionale per l'Africa e con il passare degli anni sentivo che la continuità di questo servizio diventava di giorno in giorno più importante.

Ritenevo anche che questa carica meritava una persona più dinamica per far fronte a problemi come la povertà, la disoccupazione e la malnutrizione, che ostacolano la crescita di un vigoroso movimento vegetariano.

È un piacere per me presentare il Dr. P. K. Jain, attualmente Presidente della Società Vegetariana del Botswana, che con l'aiuto del suo comitato ha accettato la carica di Segretario Regionale dell'Unione Vegetariana Internazionale.

Benvenuto Dr. Jain: vorrei esprimerLe il mio incoraggiamento per i Suoi sforzi nella promozione dello stile di vita e della filosofia vegetariani.

[Dr. P. K. Jain, P. O. Box 2178, Gaborone, Botswana. Fax: +267 356591 Tel.: +267 356171. E-mail: jainpk@noka.ub.bw]

Vorrei infine ringraziare coloro che mi hanno aiutato nel mio lavoro negli ultimi 17 anni.

- Jan Beeldman. Linden, Sudafrica.

[In segno di apprezzamento dei suoi molti anni di servizio, l'IVU ha nominato Jan Beeldman Membro Onorario e membro a vita.]


Antica erba cinese fa miracoli in Tailandia

Sono sopravvissuta al cancro e vorrei raccontarvi come un'esperienza indimenticabile mi ha insegnato l'importanza della salute.

Dopo aver raggiunto il pozzo nero della vita, con dolori in tutto il corpo, afflitta da una tosse continua e incapace di mangiare o uscire con gli amici, con l'aiuto di un interprete ho chiesto consiglio a un medico cinese appena arrivato. Mi raccontò di un'antica erba cinese chiamata Jiaogulan (Gynostemma pentaphylum) che aveva recato giovamento a molti dei suoi pazienti e un amico me ne portò un po' dalla Cina per piantarla e crescerla con tecniche biologiche.

Dopo aver bevuto la tisana quotidianamente per parecchie settimane, sia io che gli anziani vicini con cui condividevo questo rituale ci sentivamo bene e riuscivamo a dormire meglio. Dopo sei mesi mi sentivo meno stressata e cominciai a perdere parte del peso che in precedenza non ero stata in grado di ridurre nonostante molta ginnastica.

Fui così incoraggiata dagli effetti positivi di quest erba che cominciai a raccogliere relazioni, articoli, risultati di ricerche e qualsiasi informazione riuscissi a trovare. In questo mi aiutarono gli amici che piantarono i germogli che diedi loro e diventarono regolari consumatori dell'erba. Presentai anche alcuni campioni dell'erba alla Food and Drug Administration [l'ente americano per l'approvazione dei medicinali, n.d.t.].

Otto anni dopo mi sento sana, forte e piena di energia, in grado di godermi la vita e di condividere con tutti l'incalcolabile beneficio e la benedizione che quest erba miracolosa ha portato a me e a molti altri.

I prodigi di questa minuscola, antica erba ci ricordano i numerosi, meravigliosi doni della natura per i quali dovremmo essere eternamente grati.

- Ms. Leticia M. Smithapindhu. Chiang Mai, Thailand.
Traduzione Italiana a cura di Jessica Boveri


I contributi a IVU News sono sempre benvenuti.
Il materiale pubblicato non riflette necessariamente il punto di vista dell'editore o la linea dell'Unione Vegetariana Internazionale.