International Vegetarian Union
IVU logo

IVU News

Sul latte
IVU News - Numero 3 - 1998
English - Español - Français


vitello

allattamento al seno

mungitura

mucca

Quando si discute di vegetarianismo una domanda che torna sempre è se i latticini come latte, burro, formaggio, ecc. possono venire considerati vegetariani o meno. Tra le culture antiche gli hindu - tradizionalmente considerati gli architetti che gettarono le fondamenta del vegetarianismo - considerano i latticini un alimento vegetariano. Da un punto di vista etico, medico e ambientalista moderno, nonché da una prospettiva vegetaliana, tuttavia, il latte e i suoi derivati non possono venire accettati come vegetariani perché sono di origine animale. Vorrei quindi esaminare e confrontare i diversi principi e le diverse filosofie dietro la vecchia e nuova interpretazione del significato del vegetarianismo.

Il latte materno è l'unico alimento disponibile per un neonato, una caratteristica comune a tutti i mammiferi da quando la vita ebbe inizio sul nostro pianeta. Sebbene in circostanze eccezionali si possa somministrare latte artificiale non animale per motivi medici, l'uso di latte materno rimane la scelta elettiva nonostante gli sviluppi senza precedenti della biologia umana e della medicina. L'allattamento al seno non causa malessere o dolore fisico e non pone rischi di salute o di vita per la madre. Al contrario, la ritenzione di latte materno è dolorosa e se non viene somministrato al neonato, il latte deve venire estratto ed eliminato. Analogamente, i latticini sono stati considerati un cibo vegetariano perché si presume che vengano prodotti senza violenza o rischio per la salute o la vita degli animali che li forniscono.

I Giainisti sono una comunità indiana non violenta molto ortodossa che non consuma radici commestibili per evitare di uccidere delle forme di vita vegetale, né consumano ortaggi o frutta che forniscono ospitalità a qualsiasi forma di vita parassitica, ma il latte viene comunque considerato un alimento vegetariano, sebbene si debbano osservare determinate linee guida igienico-sanitarie per ottenerlo e prepararlo una volta che i vitelli hanno avuto la loro parte.

Non solo i latticini sono consumati liberamente da tutti in tali comunità, ma sono anche usati dai loro santi, santoni e sciamani e considerati abbastanza puri da venire offerti alle loro divinità in tutti i riti sociali e religiosi. La non violenza, la conservazione della vita e il vincolo umano trasmesso dal latte materno sono concetti importanti in tali comunità. Se quindi i latticini non fossero considerati alimenti vegetariani, l'allattamento di un neonato sarebbe paragonabile a un atto di cannibalismo. Significativamente, la struttura molecolare del latte non consiste in una struttura biocellulare di cui sono composti i blocchi costituenti della vita.

Secondo la scienza medica, tuttavia, il latte è un prodotto animale con una struttura molecolare di origine animale. Se ad esempio si brucia del burro in una padella l'odore è simile a quello della carne animale arrostita. Per quanto siano ottenuti in modo diverso, il grasso animale e il burro sono nondimeno simili e dovrebbero essere eliminati per curare determinate malattie e disturbi direttamente collegati al consumo di prodotti di origine animale.

Il latte è anche veicolo di trasmissione di alcune malattie da animali ad esseri umani: molte malattie animali possono facilmente tramutarsi in precisi disturbi umani. La scienza moderna può anche individuare la presenza di cellule ematiche e purulente nel latte mantenute al di sotto di un limite ben preciso grazie al controllo qualitativo. I vegetaliani sono contrari anche alla crudeltà insita nella produzione del latte e ai sistemi commerciali utilizzati per il ricovero e l'allevamento degli animali.

Bisogna infine affrontare anche la questione delle uova. Sebbene si possa sostenere che l'utilizzo di uova non fecondate tiene conto delle obiezioni etiche in difesa della vita, non si può ignorare la struttura biocellulare dell'uovo. L'impatto fisiologico delle uova sulla salute umana è pertanto paragonabile a quello di altri cibi carnei.

-Dr. P. K. Jain, Presidente fondatore, Società Vegetariana del Botswana
P. O. Box 2178, Gaborone, Botswana.
Tel. +267 356171 Fax: +267 356591. E-mail: jainpk@noka.ub.bw

  • Animali e Ambiente - dell'Indice degli articoli contiene una sezione su Uova / Latticini

Traduzione in Italiano a cura di Jessica Boveri


I contributi a IVU News sono sempre benvenuti. Il materiale pubblicato non riflette necessariamente il punto di vista dell'editore o la linea dell'Unione Vegetariana Internazionale.