International Vegetarian Union (IVU)
IVU logo

European Vegetarian Union

Notiziario

from EVU News, Issue 3 /1997 -- English

Cane ritrova il padrone dopo la guerra

Belgrado. Dopo 2 anni e a 500 chilometri di distanza, un cane pastore jugoslavo, Putin, ha ritrovato il proprio padrone. Secondo un articolo pubblicato in "Blic", un quotidiano di Belgrado, il serbo-bosniaco Milorad Cegara aveva abbandonato il cane nel fuggire dal villaggio in cui viveva, vicino a Glamoc nel sud-est della Bosnia, in seguito all'attacco delle truppe croate nell'Agosto del 1995. La scorsa domenica, il fedele amico a quattro zampe è apparso davanti all'appartamento del suo padrone esausto ed affamato.

Tradotto da St. Galler Tagblatt,31.7.1997,SDL

Richiesta di aiuto

Si chiede aiuto per salvare 170 cani dall'eutanasia. L'Associazione Saint-Roche Shelter, creata nel 1984 ad opera di Padre Pestre, ha urgentemente bisogno di soldi per costruire un nuovo rifugio (a causa della chiusura forzata del vecchio) che accolga tutti i cani maltrattati e abbandonati di Marsiglia. Tutte le donazioni, anche se piccole, verranno usate per la costruzione del nuovo rifugio. Il nuovo edificio verrà costruito da volontari.

Contattare: Padre Pestre, 5, Place Granet, 13013 Marseille-France, Fax: +33 04 91 063674

McDonald colpevole di crudeltà nei confronti degli animali

Dopo 313 giorni, il processo più lungo nella storia legale inglese, ai sostenitori della campagna vegetariana Helen Steel e Dave Morris è stato intimato di pagare 60.000 sterline per diffamazione ai danni della multinazionale McDonald.

Anche se i due attivisti hanno perso la causa in cui si sono difesi da soli, poiché è stato loro negato illegalmente il diritto di un patrocinio legale e di un processo con la partecipazione della giuria, Steel e Morris sono riusciti comunque a provare che la famosa catena di fast food sfrutta i bambini nelle proprie campagne pubblicitarie, corrisponde ai dipendenti inglesi stipendi inferiori alla media ed è colpevole di episodi di crudeltà nei confronti di animali, in particolare di polli e scrofe.

Il giudice, Justice Bell, ha comunque ritenuto le accuse riportate nel volantino che denuncia crudeltà nei confronti degli animali, intitolato McTorture, "vere nella sostanza e nei fatti".

Da The Vegetarian, Estate 1997

5000 nuovi prodotti vegetariani alla settimana

La nuova indagine di mercato condotta su 4.000 persone da Gallup a nome di Realeat, una società specializzata in prodotti vegetariani ha evidenziato una crescita record nel numero di vegetariani del Regno Unito. Oltre a dimostrare che 5.000 persone alla settimana diventano vegetariane, l'indagine ha calcolato che il numero di vegetariani nel Regno Unito è superiore ai 3 milioni, rispetto ai 100.000 del 1945!

Da The Vegetarian, Estate 1997

Il mercato dei prodotti vegetariani diventa sempre più forte

Secondo la società di ricerche, Taylor Nelson AGB, il mercato dei prodotti vegetariani surgelati ha registrato un fatturato di 126 milioni nel 1996, con una crescita pari al 32% rispetto al fatturato del 1995. Dati confermati anche dalle statistiche delle società produttrici di prodotti vegetariani. Tivall, una società specializzata nella produzione di salsicce e hamburger vegetariani, ha registrato una crescita annuale delle vendite compresa tra il 47% e il 69%.

Da The Vegetarian, Estate 1997

Teheran: Mucca salva il suo vitellino dalla macellazione

Una mucca, con un senso materno incredibilmente sviluppato, ha salvato il proprio vitellino dalla macellazione, irrompendo nel mattatoio proprio mentre stavano per ucciderlo. La mucca è riuscita a buttare giù la grossa porta del mattatoio con le corna davanti allo sguardo terrorizzato dei macellai.

Dal quotidiano romano Il Messagero 23.7.97

McVeggie in Austria

La McDonald austriaca ha finalmente deciso di soddisfare le richieste della propria clientela e di introdurre nel proprio menu l'atteso Hamburger Vegetariano a partire dal Giugno 1997. L'Hamburger Vegetariano è una specialità a base di verdure e cereali e costituisce pertanto un prodotto vegano completo.

Denuncia di un testimone

Loma Linda, California. Alcuni episodi di crudeltà furono perpetrati su alcuni animali in un laboratorio avventista del White Memorial Hospital negli anni ottanta. Un testimone ha scritto la seguente denuncia.

Loma Linda. Entrare nei laboratori dove vengono effettuati gli esperimenti su animali era piuttosto difficile. Avrei avuto bisogno di un'autorizzazione scritta, che avrei ottenuto solo se fossi stato un membro di una comunità importante. Ci volle un po' di tempo per convincere il custode di colore a lasciarmi entrare visto che si trattava di un giorno festivo. Oltre a mostrarmi le numerose gabbie con topi, ratti, conigli e porcellini d'India, mi mostrò anche le gabbie delle pecore, dei cani e delle scimmie.

Le gabbie ed i laboratori di sperimentazione si trovavano nello scantinato dell'istituto. Quando gli animali arrivano lì non rivedono mai più la luce del sole. Sono le stanze più buie ed insieme il simbolo del martirio degli animali perpetrato da un gruppo religioso. Un agnello giaceva inerme sulla pancia. Sembrava sul punto di morire. Chiesi al guardiano da quanto tempo stava soffrendo. "Non da molto" mi rispose, "è appena arrivato dalla sala operatoria". Pensare che era un giorno festivo. Poi fu la volta delle gabbie delle scimmie. Alla vista di esseri umani, gli animali si acquattarono sul retro delle loro gabbie, senza emettere alcun suono. Una scimmia dall'aspetto scheletrico, che si trovava in una gabbia separata, mostrava chiari segni di terrore. Non ho potuto fare a meno di chiedermi se avevano ancora le corde vocali! La gabbia dei cani: c'era un solo cane, muto come gli altri animali, che riusciva a malapena a sostenersi sulle proprie gambe. Un mucchio di carne dilaniata che non sembrava nemmeno più un cane.

Il guardiano sapeva benissimo che il giorno dopo il cane sarebbe stato nuovamente tormentato dai suoi aguzzini senza alcuna pietà per il suo corpo dilaniato.

Mentre visitavo i laboratori dell'Istituto di Sperimentazione Avventista ed osservavo le terribili sofferenze di questi animali, sentivo cantare i salmi di Zion nella cappella al piano superiore.

Che ipocrisia!

E. Laufensweiler
Tradotto da 'Vegetarisch fit!', Settembre 97 (SDL)

Le catene fast food nel mirino degli attivisti animalisti

Le più importanti catene fast food del mondo saranno oggetto della contestazione degli attivisti animalisti organizzata per il prossimo 2 Ottobre.

Gli attivisti chiederanno alle catene fast food di introdurre nel proprio menu anche prodotti che non contengano carne e di esigere che i loro fornitori allevino gli animali allevati in modo umano.

La contestazione sarà rivolta in particolare a McDonald's, Burger King, Wendy's, e Kentucky Fried Chicken, che vengono frequentati da milioni di persone al giorno, e che dettano, con il loro potere di acquisto, il modo in cui i loro fornitori trattano gli animali che allevano.

L'iniziativa verrà organizzata in occasione del 15° anniversario del "World Farm Animals Day", una giornata dedicata alla commemorazione ed alla denuncia della sofferenza gratuita e della morte di milioni di animali innocenti ed inermi, che vengono uccisi in fattorie e mattatoi. In quella data si celebra anche il compleanno del Mahatma Gandhi, che si è sempre distinto nella battaglia a favore di condizioni più umani degli animali.

Per partecipare all'iniziativa, contattare FARM al numero 888-FARM-USA o scrivere a PO Box 30654, Bethesda, MD 20824, per ricevere un kit WFAD gratuito.

World Farm Animals Day Observance, email: farm@farmusa.org
Traduzione Italiana di Amanda Mazzinghi