International Vegetarian Union (IVU)
IVU logo

IVU News

Triatleta Vegano - senza limiti d'età
By Ruth E. Heidrich, Ph.D.
IVU News - Ottobre 2000

L'atleta vegetariano! Ah, queste due parole riassumono uno stile di vita salutare. In effetti vorrei spingermi due passi più avanti: il triatleta vegano!

Come tengo sempre a precisare, "se non è vegano, non è vegetariano" perché è in definitiva il vegano che rifiuta ogni cibo di origine animale. Dai cibi vegetali otteniamo tutti i nutrimenti di cui abbiamo bisogno, senza i grassi saturi, il colesterolo, i pesticidi, gli antibiotici, gli ormoni, ecc., che sono nei cibi di provenienza animale. Questo ci dà modo di tenerci alla larga dallo sfruttamento e dal trattamento inumano degli animali.

Adesso la parte del "triatleta": mi piacerebbe che le persone praticassero almeno tre sport che amano (l'abilità NON è obbligatoria). Nel caso del triathlon, tra nuotare, pedalare e correre l'esercizio del corpo è totale, in quanto tutti e tre gli sport esercitano fortemente la parte superiore e quella inferiore del corpo più o meno con la stessa intensità, sono eccellenti per lo sviluppo cardiovascolare e respiratorio, rafforzano muscoli ed ossa e, a mio parere, sono divertenti. L'esercizio fisico, come ben noto, migliora l’umore e viene spesso prescritto come antidoto contro la depressione.

Tutto ciò introduce l’aspetto motivazionale per diventare Vegetariano/Atleta Vegano/Triatleta: il miglior modo di allenarsi è farlo divertendosi, e i pù si ricordano quando erano bambini e amavano giochi e competizioni. Ho visto persone percorrere distanze straordinarie (me compresa) per poi sprintare alla fine e battere l'amico, o solo camminare gli ultimi chilometri per terminare una 10 km o una maratona. Le ricompense sono tante. A parte quelle già accennate, la maggior parte delle gare donano ai partecipanti una maglietta sportiva, rinfrescamenti all'arrivo e in molti casi qualche oggetto sotto forma di trofeo. In più, questo è uno dei casi nei quali essere più anziani è meglio perché il campo si restringe con l’età. Ho detto a innumerevoli persone di 70, 80 anni e anche oltre che tutto quello che devono fare per vincere è partecipare e arrivare al traguardo, perchè spesso saranno i soli nella loro fascia d'età. Addirittura l'ultimo che taglia il traguardo riceve più applausi di tutti!

Quindi, come detto, sono tanti i benefici che l'esercizio porta. E se metti nel tuo motore il carburante giusto, cioè solo cibo interamente vegetale e fai allenamento, sarai più sano e vincerai la tua "corsa per la vita".

Traduzione italiana di Giuliano Carta


IVU News accoglie con piacere le collaborazioni.
Il materiale pubblicato non riflette necessariamente le opinioni del curatore o le linee di condotta dell' International Vegetarian Union.